Filodiretto
- Rock Italiano -
Storia







I Filodiretto nascono come cover band nel lontano 1994 da un'idea di Tomas Caruso (Tommy, batteria) e Marco Turchetto (Tucco, chitarra solista). Gli altri 5 elementi erano: Diego Rosso (voce), Davide "Velos" Libonati (chitarra elettrica), Cristian "Pitch" Libonati (basso), Roberto "Petoz" Libonati (tastiere) e Paolo Gabrielloni (percussioni, armonica, cori e altro). Successivamente hanno cambiato i chitarristi: Velos è stato sostituito da Christian "Sasmel" Loffredo prima e da Davide "Samoto" Dalmazzo l'anno dopo.

Il primo concerto è stato l'8 luglio del 1995 nell'attuale "Anfiteatro di San Costanzo" che allora era solo una delle tante piazzette di Sanremo! Dopo circa 4 anni di attività live nei locali della città dei fiori (e dintorni), partecipano anche a manifestazioni estive (Woodstock a Sanremo e Sanromolo) e varie serate nelle maggiori piazze, nell'ambito del progetto "la Congiura dei Guitti" che aveva come obiettivo quello di rivalutare la musica locale, ottenendo un buon seguito da parte del pubblico.

Nel 1998, per vari motivi la cover band entra in una fase di declino che porterà allo scioglimento. Contemporaneamente nasce un progetto alternativo chiamato "Uscita di Emergenza", basato su canzoni scritte da Tommy al quale hanno partecipato Tucco, Nicola (terzo dei fratelli Libonati, al basso) e Paolo (che dalle percussioni si è spostato alla batteria). Con questa formazione si sono concentrati sul lavoro di studio ed arrangiamento; infatti non hanno proposto i brani in versione live. Ma in parallelo al progetto in studio il live non si ferma: nel 2001-2003 ci sono state esibizioni come tribute band U2, Subsonica, con i ruoli un po' mescolati: Tommy al basso, Paolo alla batteria e Marco (cugino di Tommy) alla voce, oppure come altra formazione con Nicola al basso, Tucco alla chitarra, Tommy alla batteria e Marco alla voce.
Una continua rivoluzione all'interno ma, al contempo, ricca di emozioni.

E arriviamo al 2004, l'anno della rinascita dei Filodiretto. Finalmente decisi a creare qualcosa di concreto con le canzoni di Tommy (che fino ad ora erano solo "esperimenti da studio") mantenendo il nome d'origine.
La voglia di fare live li ha spinti a contattare due nuovi musicisti: Andrea Di Michele (ex batterista dei One Hundred Million People, reduce da infiniti live nei più svariati locali della zona) e al basso Santi Catanese (che proviene da un'esperienza personale in un gruppo ethno-ska, i Kaloma, e molti live alle spalle).
La prima esibizione live, con l'intento di proporre solo musica originale, è stata al concorso per band locali "Sanremo Red Music Festival 2004", rassegna d'autore per 12 gruppi il cui premio consisteva nella possibilità di esibirsi alla successiva Festa Nazionale dell'Unità di Genova. Inaspettatamente la giuria ha dato molte critiche positive, sia per la composizione delle canzoni che per l'esibizione, conferendo ai Filodiretto il ruolo di vincitori. Il viaggio continua il 28 agosto a Genova per godere del gradito premio. Lo spazio concesso era sul palco Centrale nell'area "Zena Zuena" (dove i volontari di Music For Peace raccoglievano viveri destinati ai paesi vittime di conflitti.Aver contribuito nel nostro piccolo ad un così grande progetto è stato per noi motivo di grande orgoglio).
L'esibizione ha avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico genovese oltre ai numerosi fans sanremesi presenti.

Altro importante spazio dedicato alla musica d'autore: 'Rock in The Casbah', manifestazione nata nel 1999 da un'idea della Ratamacue Band e promossa dall'associazione "Fare musica" (Larry Camarda, Enzo Cioffi, Giancarlo Forte, Angelo Giacobbe), nell'ottica di valorizzare il centro storico sanremese; nel corso degli anni ha ospitato importanti nomi della musica italiana come Alberto Fortis, Skiantos, Meganodi.

I Filodiretto partecipano alla V edizione in qualità di "rappresentanti della musica della Pigna", proponendo 5 canzoni. L'affluenza di pubblico è stata intorno alle 2000 persone. Dall'esibizione è stato tratto un dvd/cd autoprodotto disponibile a richiesta.

Alla ricerca di una maggiore visibilità partecipano a concorsi di livello nazionale come Arezzo Wave e Rock Targato Italia permettendo loro di allargare i contatti con alcuni tra i maggiori locali liguri (Takabanda di Varazze, Milk di Genova), oppure il concorso "Sband" organizzato dal locale Ju-Bamboo di Savona.

Estate 2005: Partecipano nuovamente al SRMFper proporre per la prima volta le nuove canzoni "Fat(t)a per me", "Lei non sa" e "La neve se ne frega".

V edizione di Rock in the Casbah in cui hanno condiviso il palco con i milanesi Nomoredolls: 40 minuti nei quali hanno riproposto le canzoni presentate al SRMF ma con impatto sonoro e visivo nettamente migliori data la struttura dell'Anfiteatro di San Costanzo che dona alla scena una gradevolezza rara.

Durante l'autunno e l'inverno pausa di riflessione dovuta ai numerosi impegni di Andrea e Santino con le loro cover band MamaFunk e Hot Level.

Nel 2006 partecipano nuovamente al Sanremo Red Music Festival che si è tenuto questa volta nella centralissima Piazza Colombo, qualificandosi terzi.

Nel 2008 tornano in studio per realizzare un EP composto da 5-6 nuove canzoni, tutt'ora in lavorazione, anticipato dalla presentazione del singolo "Laureando" in occasione del festival musicale Rock in The Casbah, in esclusiva per Radiomandrake (resident dj della manifestazione) e disponibile sul profilo MySpace della band.









Ritorna alla pagina precedente