Heathcliff And Catherine
- Electro-dark -
Storia







Il progetto "Heathcliff and Catherine" nasce nel 2005 per volere di Stefano Teatini, già membro della band romana "MESCHALINA", nella quale milita tutt'ora in qualità di cantante e compositore delle parti elettroniche, e che, dopo l' uscita di un EP realizzato in proprio e di un full lenght prodotto dalla RB-Records JAPAN.

H&C non si riconosce in uno specifico genere musicale (sebbene si ispiri a progetti quali CURRENT 93 e NATURE & ORGANISATION e non disdegni tendenze electro-dark e stili vicini al folk apocalittico), ma si pone da subito lo scopo di fondere, in un' unico prodotto, forma classica e contenuti romantici, passato e modernità, musica e poesia, canto e teatro, sinfonie orchestrali e suoni elettronici. Il progetto, classico, romantico, decadente e modernista allo stesso tempo, ambisce a costruire e decostruire, edificare e disgregare contemporaneamente il proprio edificio musicale e raggiunge il proprio fine in un alternarsi di voli icarei e masochistiche cadute. H&C ambisce a definire il proprio dualismo e la propria contraddittorietà attraverso la propria arte e rappresenta la duplicità insita nell' equilibrio universale stesso. H&C è pertanto giorno e notte, maschio e femmina, Dea e Dio, bianco e nero, Sole e Luna, Idea e Nulla, Cielo e Abisso, Yin e Yang...

H&C si pone come imperativo categorico quello di mantenere alto l'amore per le proprie radici culturali e, forte del proprio sentimento nazionalista, decide di non recedere dal proposito di valorizzare la lingua di Dante e Petrarca e di non utilizzare, per i testi delle proprie canzoni, idiomi diversi da quello materno: il meraviglioso italiano!

Con questa formazione H&C registra il suo singolo ufficiale d' esordio. Il singolo autoprodotto, dal titolo "Regina della notte", contiene 2 brani inediti ("Regina della notte" e "Soli deo gloria") ed una bonus track: la versione strumentale del secondo pezzo. Il singolo, della durata di più di 23 minuti, è uscito ufficialmente il 30 aprile del 2006 (in onore della festa celtica di Beltane)









Ritorna alla pagina precedente