Heredium
- Power Metal -
Storia







Il gruppo degli Heredium propone un Power metal in stile teutonico cantato in inglese, i gruppi che hanno molto influenzato la band possono considerarsi gli Helloween, i Gamma Ray, i Manowar, gli Stratovarius, gruppi ascoltati da tutti e quattro i componenti.
La formazione attuale degli Heredium è composta da Fabrizio Balliano, programmatore cpu di Avigliana (TO), alla voce, Fabio Fenoglio, architetto di Cuorgnè (TO), alle chitarre ed ai cori, Emanuele Ferrari, ingegnere di Castellamonte (TO), al basso ed Alessandro Parisi, impresario di Cuorgnè (TO), alla batteria.

Un pò di storia;
Il gruppo si forma nell'estate del 1999 con l'incontro di Fabio e Manu, insieme ormai dal lontano 1993 prima negli ARS (gruppo punk rock), poi nei Litium (gruppo hard rock) e poi nei Van Hemert (gruppo rock), con Sandro.
I tre iniziano a provare insieme facendo cover di Helloween, Manowar e Stratovarius ed iniziando a comporre quello che sarebbe poi stato il loro primo pezzo, "Battle of the Knights".
Dopo varie ricerche ed un'esibizione solo strumentale verso l'inizio del 2000 i tre conoscono Fabrizio con il quale si trovano subito sulla stessa lunghezza d'onda ed iniziano a comporre.
Durante il 2000 molte sono le esibizioni live nella zona del Canavese oltre che a feste di paese gli Heredium suonano al Poisonapple di Quagliuzzo ed in altre birrerie della zona.
Nel 2001 il gruppo inizia a registrare nei Rigotti Studio di Avigliana (condotti da Ettore Rigotti anima e creatore dei Disarmonia Mundi) due dei quattro pezzi che compongono il demo di esordio.
Sia le registrazioni che i concerti live però vengono sospesi per vari problemi che colpiscono la band, tra servizi civili e militare i tempi di incontro vengono molto ridotti.
Verso metà 2002 però i quattro riescono a finire le registrazioni per il loro album di esordio, il ritorno sulla scena live viene sancito con il concerto del 28 ottobre al Transistor di Torino, ex Hiroshima mon amur, e con l'esibizione live in radio su Radio Grugliasco di Torino.

Notizie sul demo;
L'opera di esordio è intitolata in maniera omonima al gruppo ed è completamente autoprodotta ed autodistribuita i alcuni negozi di dischi della zona, contiene quattro tracce, le quali, in stile Power, raccontano le avventure storiche - fantasy di un cavaliere alla corte di Re Arduino.
Per chi non conoscesse Re Arduino e considerato il primo re d'Italia; vissuto nel 1200 resistette all'invasione dei barbari del Nord costituendo il suo regno nel Canavese, zona a nord di Torino, la storia racconta che fermò l'invasione dalla Rocca di Sparone, luogo scelto per le fotografie del demo. I testi puntano soprattutto a mitizzare queste vicende storiche mettendole all'interno di un'avventura fantasy scritta in precedenza dal chitarrista Fabio. Nella copertina è ritratto il Ponte Vecchio di Cuorgnè con sullo sfondo le due torri della cittadina canavesana dove il Re soggiornò nel corto periodo del suo regno; tutte queste vicende storiche ogni anno vengono rievocate a Cuorgnè nel famoso "Torneo di Maggio, alla Corte di Re Arduino" che può vantare oltre 10.000 presenze ad edizione e quest'anno l'organizzazione ha deciso di dare spazio ai cantori moderni del Re, gli Heredium si esibiranno la domenica del Torneo prima degli usuali fuochi d'artificio di chiusura il 25 maggio.
Per quanto riguarda i quattro pezzi incisi si inizia con "Where the dragons fly", pezzo veloce che racconta di una visione mistica per il cavaliere in fuga da una battaglia, il secondo pezzo "Holy rain" invece è un lacrimoso lento ambientato in una notte di pioggia e di dolore per amore, la successiva traccia è il primo pezzo scritto dagli Heredium, "Battle of the Knights" che racconta dello scontro tra bene e male in un campo di battaglia con il re a capo delle sue truppe, il pezzo di chiusura invece è una autocelebrativa song dall'omonimo titolo "Heredium" dove si racconta in modo metaforico l'incontro dei quattro Herediumen e la loro scelta di creare una congrega per dare aiuto e sostegno al loro Re Arduino e alla loro terra.

Prossime avventure;
Per la presentazione ufficiale del demo sono già state fissate altre date da marzo in poi in alcuni locali di Torino, tra cui il già citato Transistor, e di Ivrea, oltre a quella del Torneo di Maggio.
Altri pezzi sono pronti e i quattro Herediumen hanno in programma, dopo la promozione del primo lavoro, di registrarli per dare un seguito alle vicende raccontate nel primo capitolo.
Per quanto riguarda lo show dal vivo per l'esibizione del 25 maggio si sta anche pensando a costumi di scena e effetti speciali da proporre durante il concerto.
Il gruppo inoltre ha comprato il Sito ufficiale www.heredium.it dove si possono trovare tutte le novità in tempo reale, nonché informazioni sui componenti e tutto quanto è heredium.'









Ritorna alla pagina precedente